TRENTINO

LAGO DI LAVARONE VERSO IL PLASTIC FREE

today26 Maggio 2021 18

Background
share close

Riduzione dei prodotti monouso in plastica generati dai pubblici esercizi, miglioramento della cartellonistica dedicata e della segnalazione dei cestini per promuovere una efficiente raccolta differenziata da parte di residenti e turisti, puntando all’eliminazione dei prodotti monouso in plastica generati dai pubblici esercizi e all’installazione di distributori d’acqua della rete acquedottistica locale presso le attività.

Sono solo alcune delle azioni elencate in un rigoroso protocollo in cui gli operatori del Lago di Lavarone, con il supporto dell’amministrazione locale, si impegnano nel fare diventare la zona dove operano plastic free, ponendosi due obiettivi principali: ridurre l’impatto ambientale generato dai rifiuti di plastica prodotti e promuovere l’utilizzo dell’acqua locale.

Tale protocollo si basa sulla collaborazione proattiva tra operatori economici e amministrazione locale, lavorando in sinergia con l’Azienda per il Turismo Alpe Cimbra per la promozione di un’immagine sempre più green del territorio, in particolare del Lago di Lavarone e le azioni che i soggetti si impegnano a perseguire cominciando dall’estate 2021, per poi proseguire in un’ottica di miglioramento, valorizzazione e sviluppo.

Si tratta di uno sviluppo che vuole essere sempre più sostenibile, che incontra quindi esigenze e bisogni di consumatori e residenti consapevoli e sempre più attenti al tema ambientale. Tipo di sviluppo che non vuole alterare l’ambiente circostante, bensì preservarlo e mantenerlo intatto per le generazioni future. Come? Con una graduale riduzione di bottigliette di acqua in plastica, sostituite con bottiglie di vetro “a rendere”, rimodulazione del servizio d’asporto con graduale sostituzione di materiali in plastica come tazze, piatti, posate, bicchieri usa e getta, cannucce e bacchette con analoghi in materiali lavabili o biodegradabili e adesione al progetto REFILL ITALIA per valorizzare l’acqua locale.

Il sindaco di Lavarone Isacco Corradi esprime la sua soddisfazione per l’iniziativa, aggiungendo che si sta lavorando all’installazione di corpi illuminanti a led lungo il percorso pedonale attorno al lago e nelle zone circostanti e ricordando che il lago di Lavarone si fregia anche per quest’anno di un importante riconoscimento in materia di ecosostenibilità: la Bandiera Blu 2021 – tra i pochi specchi d’acqua del Trentino Alto Adige che la può vantare. I parametri valutati ai fini della certificazione sono in particolare la qualità delle acque del lago, i servizi pubblici e privati, l’accessibilità di tali servizi, la qualità dell’ambiente circostante e le iniziative di sensibilizzazione ambientale organizzate ogni anno. Questo riconoscimento premia l’impegno delle istituzioni e dei cittadini di Lavarone, nei confronti delle tematiche ambientali, nella consapevolezza che proprio l’ambiente è la risorsa più importante.

Di: Redazione

Rate it

Articolo precedente

TRENTO

VOCE AI GIOVANI: IL QUESTIONARIO ONLINE PER COSTRUIRE UNA TRENTO SEMPRE PIU’ A MISURA DI GIOVANI

Le circoscrizioni della città e l'ufficio Politiche giovanili attivano un nuovo strumento per l’ascolto della voce dei più giovani. È stato realizzato, come punto di contatto da cui far partire un confronto, un questionario online, pubblicato anche su www.trentogiovani.it Compilandolo, bastano cinque minuti, ragazzi e giovani tra gli 11 e i 29 anni potranno aiutare le istituzioni e le comunità di appartenenza a conoscersi e capire meglio i propri pensieri, […]

today26 Maggio 2021 14


INFO

© 2021 – Radio Viva S.r.l.
P.IVA 01592360984
Licenza SIAE n. 0809136
Licenza SCF N1000/18
Licenza LEA RL_2020_23

CONTATTI

0%